L’anno volge al termine e desidero ringraziare tutte le amiche, amici e colleghi ed i componenti del gruppo “Parità di genere: donne di talento al top!” in linkedin ed i lettori del blog “Talento e parità” per avermi spronato a scrivere e per aver condiviso opinioni ed esperienze con me.

Ho trovato una filastrocca ed una canzone che mi sembra particolarmente delicata per questo periodo dell’anno e così ho pensato di inserirla in questo spazio.

In particolare le parole di questa canzone “A Natale puoi” le trovo particolarmente delicate ed emozionanti. Mi auguro possano giungere liete a tutti voi ma soprattutto che la serenità del Natale… ci sia per tutti noi.

babbo natale

“A Natale puoi
fare quello che non puoi fare mai:
riprendere a giocare,
riprendere a sognare,
riprendere quel tempo
che rincorrevi tanto.

È Natale e a Natale si può fare di più,
è Natale e a Natale si può amare di più,
è Natale e a Natale si può fare di più
per noi: a Natale puoi.

A Natale puoi
dire ciò che non riesci a dire mai:
che bello è stare insieme,
che sembra di volare,
che voglia di gridare
quanto ti voglio bene.

Luce blu,
c’è qualcosa dentro l’anima che brilla di più:
è la voglia che hai d’amore,
che non c’è solo a Natale,
che ogni giorno crescerà,
se lo vuoi.”

A tutti dunque i miei più fervidi auguri per un sereno Natale ed un brillante 2014!

Un abbraccio,

Paola

 

Filastrocca di Capodanno

Cambia ogni caso per Capodanno,

cambia la data per tutto l’anno,

cambiano gli anni di ogni bambino!

Diventa grande chi era piccino

cambia un po’ tutto, non cambia nulla

c’è sempre un bimbo dentro una culla

c’è sempre un Babbo con cui giocare,

ci sono le scuole per imparare.

C’è chi sorride, chi piange un poco:

cambia un po’ tutto, come in un gioco.